HOME > SCUOLA > La Scuola Media Superiore
  La Scuola Media Superiore
 
A decorrere dall'anno scolastico 1999/2000 l'obbligo di istruzione è elevato da 8 a 9 anni per cui chi termina la scuola media inferiore deve iscriversi necessariamente a un istituto superiore. L'offerta formativa è varia e ogni studente può scegliere il corso di studi più adatto alle proprie attitudini, capacità e interessi. Tra i diversi ordini scolastici possiamo distinguere:
  1. Istruzione liceale (classica, scientifica, linguistica e magistrale)
    L'istruzione classica, scientifica e linguistica è impartita dai licei, che prevedono 5 anni di studi, al termine dei quali si consegue il diploma di maturità classica, scientifica o linguistica:
    - il liceo classico: è una scuola di formazione culturale superiore ad indirizzo umanistico che fornisce una particolare formazione nelle materie letterarie, classiche e linguistiche;
    - il liceo scientifico: è una scuola di formazione culturale superiore ad indirizzo scientifico che fornisce una particolare formazione nelle materie scientifiche, letterarie e linguistiche;
    - il liceo linguistico: è una scuola secondaria superiore che fornisce una solida formazione linguistica (2 o 3 lingue straniere) unita alla preparazione culturale generale e scientifica dei licei.
    L'istruzione magistrale, offerta dagli istituti e dalle scuole magistrali, ha subito importanti modifiche, a seguito dell'introduzione del corso di laurea per la formazione degli insegnanti della scuola materna e della scuola elementare. Dall'anno scolastico 1998-99 sono stati soppressi i corsi di studio ordinari triennali e quadriennali, rispettivamente della scuola magistrale e dell'istituto magistrale, tali corsi andranno ad esaurimento. Attualmente, poiché non è ancora stato introdotto un corso di studi sostitutivo, sono state attivate delle sperimentazioni quinquennali. (Ad es.: le sperimentazioni "Brocca" che prevedono gli indirizzi classico, scientifico, scientifico-tecnologico, linguistico e socio-psico-pedagogico; la sperimentazione "Indirizzo delle Scienze Sociali"; ecc...). Tali corsi rilasceranno un diploma di maturità magistrale, che naturalmente non avrà valore abilitante all'insegnamento, ma consentirà l'accesso ad un qualsiasi corso di laurea.
  2. Istruzione artistica
    L'istruzione artistica è impartita dai seguenti istituti superiori:
    - il liceo artistico: scuola ad indirizzo artistico nella quale si insegnano le tecniche delle principali arti figurative unite alla cultura di base scientifica-umanistica dei licei. La durata dei corsi è di 4 anni e secondo l'indirizzo scelto nel secondo biennio, il titolo rilasciato consente l'accesso alla Accademia di Belle Arti oppure alla facoltà di Architettura. Gli studenti che intendano orientarsi verso altre facoltà dovranno iscriversi ad un quinto anno integrativo. In molti licei artistici sono attive sperimentazioni (es. "Progetto Leonardo"), che prevedono corsi di durata quinquennale organizzati generalmente in un biennio comune ed in un triennio di indirizzo. Il titolo rilasciato nell'ambito di queste sperimentazioni consente l'iscrizione a qualsiasi facoltà universitaria;
    - l'istituto d'arte: scuola ad indirizzo artistico che fornisce una preparazione teorico-pratica in cui si da ampio spazio ad attività di laboratorio qualificate. La durata del corso è di 3 + 2 anni. Il titolo che viene rilasciato dopo 3 anni è il Diploma di Maestro d'Arte, che permette di accedere all'Accademia di Belle Arti oppure al biennio dello stesso istituto d'arte al termine del quale si consegue il Diploma di Maturità d'Arte applicata, il quale permette di accedere a tutte le facoltà universitarie.
  3. Istruzione tecnica
    L'istruzione tecnica è impartita dagli istituti tecnici. La durata dei corsi è di 5 anni, rilasciano un Diploma di Maturità Tecnica che permette l'accesso a qualsiasi facoltà universitaria. La formazione impartita in questi istituti prevede materie di cultura generale e civica, insegnamenti relativi ad un indirizzo specifico ed esercitazioni pratiche di laboratorio e di officina; il tutto finalizzato all'apprendimento di una professione (es. geometra, perito meccanico ecc...).
    Esistono vari tipi di istituti tecnici ciascuno dei quali, oltre alle caratteristiche comuni sopracitate, ha una propria impostazione in rapporto al particolare indirizzo professionale, per citarne alcuni: istituto tecnico aeronautico; istituto tecnico agrario, istituto tecnico commerciale, istituto tecnico industriale, istituto tecnico per geometri, istituto tecnico nautico, istituto tecnico per il turismo, istituto tecnico per attività sociali.
  4. Istruzione professionale
    L'istruzione professionale è impartita dagli istituti professionali. Gli istituti professionali sono ripartiti in tre settori: agricoltura, industria, servizi.
    In ogni settore sono previsti più indirizzi, corrispondenti alle più significative aree di professionalità (es. agricolo, edile, elettrico ed elettronico, meccanico-termico, chimico, abbigliamento e moda, sociali, alberghieri e ristorazione ecc...). I piani di studio sono parzialmente divisi in due cicli:
    a) Triennio di qualifica, che è finalizzato a far conseguire una buona cultura generale e professionale nell'indirizzo prescelto ed una formazione professionale che costituisca una base solida per le successive specializzazioni. Al termine si consegue diploma di Qualifica Professionale.
    b) Biennio post qualifica, i corsi post qualifica consistono in quarti e quinti anni coerenti con i vari trienni di base. Al termine si consegue un Diploma di Maturità Professionale che consente l'accesso a qualsiasi facoltà universitaria.


Le sperimentazioni
Le sperimentazioni hanno lo scopo di adeguare gli ordinamenti scolastici alle esigenze del contesto economico-sociale, in base agli sviluppi della ricerca, della tecnologia e del mercato del lavoro.
Le modifiche riguardano gli orari e i programmi dei diversi istituti che le singole scuole possono adottare su autorizzazione del Ministero della Pubblica Istruzione.


Termini di iscrizione
La Circolare Ministeriale n° 311 del 21 dicembre 1999 ha stabilito che le iscrizioni agli Istituti di Istruzione secondaria superiore devono essere effettuate entro il 25 Gennaio 2000. La domanda di iscizione deve essere presentata ad un solo Istituto.

Per approfondire la conoscenza delle singole scuole consigliamo la lettura dei P.O.F. (Piani dell'offerta formativa) introdotti dall'autonomia scolastica (DPR 8-3-99 n. 275) che programmano annualmente le attività dei singoli istituti indicandone le finalità, gli obiettivi, i modi, i tempi, gli strumenti e le risorse.

N.B.: Il 2 febbraio 2000 è stata approvata la Legge quadro di riforma dei cicli scolastici. La riforma articola il sistema educativo in tre cicli:
- scuola dell'infanzia - non obbligatoria (dai 3 ai 6 anni),
- scuola di base - obbligatoria 7 anni (dai 6 ai 12 anni),
- ciclo secondario - 5 anni (dai 12 ai 18 anni),
- biennio obbligatorio e triennio facoltativo.